Cosmopolitan, il classico moderno

COSMOPOLITAN-COCKTAIL

"Non ci può essere una bella vita dove non c'è buon bere."
(B.Franklin)

Il Cosmopolitan è un drink piuttosto recente, se consideriamo che la miscelazione vanta alcuni cocktail con secoli di storia. Nonostante si ritenga sia nato negli anni 30 del novecento, si è soliti indicare gli anni 80 come periodo di nascita del drink.

Toby Cecchini del The Odeon di New York City e Cheryl Cook del The Strand di Miami Beach si contendono l’invenzione del drink, probabilmente ispirati entrambi da una vecchia ricetta.

Il cocktail è un simbolo della cultura pop: Cosmopolitan è infatti il nome di una popolarissima rivista di costume americana rivolta alle donne. Questa fama è stata usata dagli sceneggiatori che hanno scritto le caratterizzazioni dei personaggi della fortunatissima serie televisiva Sex and The City, in cui la protagonista (interpretata da Carrie Bradshaw) racconta le proprie avventure amorose sorseggiando spesso un Cosmopolitan.

Ricetta del Cosmopolitan

La ricetta del Cosmopolitan secondo la International Bartenders Association; il drink è incluso nei cocktail IBA dall’edizione del 2004:
• 4 cl vodka citron
• 1,5 cl Cointreau
• 1,5 cl succo di lime fresco
• 2 cl succo di mirtilli

Bicchiere: cocktail glass
Metodo: shake and strain
Garnish: lemon twist
Procedimento: aggiungere gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio e agitare, filtrare nella coppa cocktail e guarnire con il twist di limone.

shots
dots

Cosmopolitan è una rivista femminile americana fondata nel 1886 da Schlicht & Field, distribuita in oltre 100 nazioni.

La particolare forma della bottiglia di Cointreau  – ingrediente fondamentale del drink – è stata disegnata dallo stesso creatore del distillato, Édouard Cointreau.

Secondo molte fonti il drink apparirebbe nel manuale Barflies & Cocktails del 1927, scritto dal celebre HArry MacElhone: nel ricettario non c’è un cocktail con tale nome.

Il Cosmopolitan è
presente nella lista ufficiale
dei cocktail IBA dalla
quarta edizione del 2004, nella sezione dei Contemporary Classics.

Il mio Cosmopolitan

Questa è la mia interpretazione del drink, del tutto simile all’originale ma con qualche piccola variazione:
• 4 cl vodka Ketel One infusa alle scorze di limoni in foglia
• 1,5 cl Cointreau
• 1,5 cl succo di lime chiarificato home made
• 3 cl succo di mirtilli Natys

Bicchiere: coppa cocktail
Metodo: shake and double strain
Garnish: ciliegia maraschino
Procedimento: riempire lo shaker con il ghiaccio, introdurre gli ingredienti e agitare; eseguire nuovamente la procedura perché voglio essere certo che non scappino dei frammenti di ghiaccio dalle molle dello strainer. Versare nella coppa cocktail e aggiungere la guarnizione.

Il Cosmopolitan è uno di quei drink che eseguo con la massima cura e che costruisco con il jigger, nonostante l’esperienza. Mi piace servire il drink in una coppa gelata, che conservo nel freezer e che preparo pochi minuti prima di servire.

Attualmente utilizzo il succo di mirtilli della Natys perché le reputo di buona qualità: inoltre ha quel colore rosa brillante che si sposa con la tonalità cromatica del lime chiarificato. Ne risulta un drink meno torbido e di gradevole percezione, grazie anche alla acidità perfetta e al basso grado zuccherino della parte analcolica.

Uso guarnire il drink con una ciliegia maraschino (che prima risciacquo, per non aggiungere ulteriore dolcezza) invece della tipica scorza di limone. Ho notato con grande piacere che spesso viene chiesto più volte dallo stesso cliente, e reputo ciò un segnale lampante circa il gradimento del pubblico.

Prodotti

vodka-ketel-one
cointreau
my two cents

E sulle note di This Is the Way It Has to Be dei Blow Monkeys oggi, con un tuffo carpiato nel passato, vado a raccontare – mie care lettrici e lettori – di un cocktail che, insieme a pochi altri, risulta essere pura e semplice icona di stile e bellezza. Dovete sapere che vivo, respiro e mastico questo lavoro da quasi mezzo lustro. Sai la noia ammorbante a raccontare e ripetere storie ed aneddoti secolari, o quasi! Per indole amo vivere il presente, sono molto attratto dal futuro ignoto; del passato ,se non recente, non me ne curo. Sono un miracolato, come ho raccontato nelle pagine iniziali del libro My Perfect Martini, credo di esser nato e vissuto a cavallo del periodo storico più innovativo, che mi ha formato e segnato molto. Lo so a cosa state pensando: una delle prime forme di crisi di mezza età è aggrapparsi al passato.

Quanto di più vero forse per chi lo pensa, quanto di più sbagliato per me. E qui viene la parte difficile, trasferire un concetto che ho radicato, senza scadere in drammi esistenziali o in polemiche sul contemporaneo. Vorrei avere la veemenza, la passione e la ragion veduta di Ugo Foscolo, quando ne cantò 4 a Napoleone. Mah oggi non gli frega più a nessuno di chi ha cuore e coraggio per raccontare il decadente che percepisce. Fermi! So cosa state pensando: ah ma oltre che barman il buon Diego è filosofo, quelli dello stampo si stava meglio quando si stava peggio. Macché ! Non sono un nostalgico. Aiuto, salviamoci dai luoghi comuni. Ricordo solo con piacere anni, da non molto passati, dove tutto era egualmente difficile e complesso, ma non decadente e sciapo come ora.

E dopo questa intro cosi sentita, dal nostro trampolino letterario atterriamo negli anni 80, più precisamente nel 1987, anno di uscita della canzone, e a quanto pare di comparsa del Cosmopolitan. Come mia consuetudine, amo legare il vissuto al cocktail che vi vado a raccontare. Nonostante fossi un bambino grassottello alle prese con le crisi pre-a olescenziali, ho assorbito come una spugna quel periodo storico. Forse, a descrivere bene la fine degli anni ottanta e proprio questo cocktail, finito di diritto nel” Hall of Fame” I.B.A dei drink , senza avere la naftalina addosso. Se ci pensate bene miei cari. siamo una civiltà di inetti, apprezziamo ed osanniamo ciò che ormai non ci appartiene più. Il Cosmopolitan ha per un certo senso stravolto le regole.

Gli anni ottanta sono stati a pieno diritto gli anni della Vodka. Se ci pensate bene anche nel mangiare. A tutti gli effetti, questo drink risulta l’essenza del bancone da bar, un buon profumo, il tacco giusto appoggiato alla barra del bancone. L’orologio da indossare e non esibire. Quei sorrisi ammiccati, mai fuori posto ,con i quali mi sono misurato da frequentatore di bar qualche anno dopo.Il Cosmopolitan profuma di Ny , Los Angeles , Saint Moritz, di Monaco. Ecco, a tutti gli effetti eleggo il Cosmopolitan come baluardo del patinato, del non accessibile a tutti, seppur con scorta socio-culturale che, ahimè, è svanita. Non è un caso che per questo drink ho speso parole più profonde del solito. Simbolo di ciò che siamo stati, che si è perso in un lento declino fino ai giorni nostri. Se ci pensate bene, le stesse bollicine francesi hanno perso quello charme inebriante di quegli anni.

Nella speranza di non avervi ne annoiato ne contrariato, andiamo a raccontare senza indugio questo prodigio di equilibrio. Prepararselo a casa sarà un esperienza, prepararselo e leggersi un libro dopo una giornata di lavoro, direi impareggiabile.

Un Cosmopolitan
da guardare

Il petroliere – Di Paul Thomas Anderson

Un Cosmopolitan
da ascoltare

Blow Monkeys – This Is the Way It Has to Be

Un Cosmopolitan
da leggere

Sotto il vestito niente – Marco Parma

Analisi sensoriale

Al primo sorso in coppa ghiacciata vi conquisterà, con l’acidità e la freschezza del succo di cranberry spinta dalla vodka al limone. Il succo di lime e il liquore Cointreau andranno a completare l’opera, riempiendo il palato in un bilanciamento di dolce ed acido, agrumato e fresco. In questo delirio orgiastico delle papille gustative, l’olfatto sarà coinvolto con freschezza di agrume e succo di mirtillo rosso, facendovi fare un altro sorso. Il Cosmopolitan è per me, a tutti gli effetti, un bacio a tradimento. In resistibile se si cede al pregiudizio iniziale.

VOLUME ALCOLICO: 18,3

TASTE

DOLCE
SALATO
ACIDO
AMARO
UMAMI

SIGHT

LIMPIDEZZA

abbastanza limpido

COLORE

rosa chiaro

CONSISTENZA

abbastanza consistente

EFFERVESCENZA

non presente

SMELL

INTENSITA’: abbastanza intenso

COMPLESSITA’: abbastanza complesso

QUALITA’: fine

DESCRIZIONE: fragrante / agrumato / fruttato

ESAME GUSTATIVO / OLFATTIVO

MORBIDEZZA
zuccheri: amabile
alcoli: caldo
polialcoli: abbastanza morbido
DUREZZA
acidi: fresco
tannino: non presente
Sali minerali: scipito

Equilibrio: equilibrato
Intensità: abbastanza intenso
Persistenza: persistente
Qualità: fine
Struttura o corpo: di corpo
Stato evolutivo: pronto
Armonia: armonico

Il Cosmopolitan fatto a casa

Se dovessi dipingere questo drink non lo dipingerei banalmente del rosa come è rappresentato. Tinte a colori accesi, forti e pastello si mischiano a creare un immagine che rappresenta clienti ben vestiti al bancone di un bar, che sorseggiano un buon Cosmopolitan. Un po’ come la copertina di una rivista patinata di moda di quegli anni. Mah veniamo a noi. Per prepararsi a casa un buon Cosmopolitan non deve mancare una buona vodka ( se al limone è meglio ): io al locale utilizzo Ketel One, che infondo alle scorze di limoni in foglia della costiera Amalfitana. Un buon succo di cranberry ( ormai lo si trova on line e nei supermercati ) del lime , del liquore Cointreau e delle ciliegine al maraschino (se siete assidui frequentatori del mio blog sicuramente avrete in frigorifero un barattolo). In un mezzo tin. aiutandovi con un jigger od un misurino da sciroppo (o una tazzina da caffè) versate 4 cl di vodka (poco meno della metà di una tazzina), poi 3 cl di succo di cranberry (aggiustatevi con la dose precedente) 1,5 di succo di lime (un cucchiaio da risotto circa) e 1,5 di liquore Cointreau Scolate il tin dall’acqua – che il ghiaccio con cui l’avete riempito nel frattempo ha prodotto. Unite le due parti ed iniziate a shakerare. Dopo aver tolto la coppa dal freezer andate a versare, aiutandovi con il cucchiaio da risotto, per trattenere il ghiaccio. Buttate nella coppa la ciliegina e dopo il terzo sorso datele un morso. Salute.

Media consigliati

Drink mediatico per eccellenza, il Cosmopolitan è un drink chiacchierato, non solo attraverso i media di settore:

POST

Cosmopolitan
iba-world.com

POST

Cosmopolitan
liquor.com

VIDEO

Dale DeGroff Cosmopolitan

Il Cosmopolitan nel tempo

La storia del Cosmopolitan si trova soprattutto sui ricettari IBA ufficiali, ma non solo:

2004
iba-2004
Cocktail IBA - 4° edizione

COSMOPOLITAN
1 1/4 oz | 4 cl VODKA
1/2 oz | 1,5 cl COINTREAU
1/2 oz | 1,5 cl SUCCO DI LIME SPREMUTO FRESCO
1 oz | 3 cl SUCCO DI MIRTILLI
Versare gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio, agitare e versare attraverso lo strainer nel bicchiere. Guarnire con fettina di lime.

2011
iba-2011
Cocktail IBA - 5° edizione

COSMOPOLITAN
1 1/4 oz | 4 cl VODKA
1/2 oz | 1,5 cl COINTREAU
1/2 oz | 1,5 cl SUCCO DI LIME SPREMUTO FRESCO
1 oz | 3 cl SUCCO DI MIRTILLI
Versare gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio, agitare e versare attraverso lo strainer nel bicchiere. Guarnire con fettina di limone.

2020
iba-2020
Cocktail IBA - 6° edizione

COSMOPOLITAN
1 1/4 oz | 4 cl VODKA
1/2 oz | 1,5 cl COINTREAU
1/2 oz | 1,5 cl SUCCO DI LIME SPREMUTO FRESCO
1 oz | 3 cl SUCCO DI MIRTILLI
Versare gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio, agitare e versare attraverso lo strainer nel bicchiere. Guarnire con fettina di limone.

Potrebbero interessarti:

Old Fashioned

Il cocktail "vecchio stile" dal fascino inalterato.

AMERICANO

Americano

Il drink storico delle 18.30

THINK DRINK - COSTRUIRE UN DRINK

Scarica gratuitamente la versione redux del manuale

    Autorizzo all'invio della newsletter secondo l'informativa